Weblogic

Home Letture e spigolature
Letture e spigolature
Attorno a Tolstoj sulle tracce di una morale della libertà PDF Stampa E-mail
Rubriche - Letture e spigolature
Mercoledì 26 Gennaio 2011 00:00

di Aldo Marchetti

Il 7 novembre del 1910 moriva nello sperduto villaggio russo di Astapovo l'ottantaduenne Leone Tolstoj. Era fuggito da casa nella notte tra il 27 e il 28 ottobre abbandonando moglie e figli e infilandosi di nascosto in un vagone di seconda classe. Quello sconosciuto villaggio diventò per qualche giorno il centro del mondo perché alla notizia del suo decesso arrivarono da tutti i paesi, giornalisti, fotografi, cineoperatori, curiosi, seguaci e ovviamente famigliari e amici. Cent'anni dopo la ricorrenza: in Italia qualche libro, alcuni articoli di giornale e una settimana di letture a Rai-3. Le riflessioni di Tolstoj sulla condizione operaia e contadina, sulla violenza dello stato e delle sue istituzioni, sulla barbarie della guerra, sulla cecità della religione e sulla ipocrisia dei costumi nel mondo borghese sono fatte per il suo secolo come per il nostro. Su questo terreno il pensiero di Tolstoj ha incontrato quello degli spiriti critici più alti del suo tempo tra cui il Mahatma Gandhi che con lui intrattenne un breve carteggio. Questo breve saggio intende rendere omaggio al grandissimo scrittore e all'ancora più grande sua personalità morale ricordando la ricchezza e la complessità del suo pensiero sociale e della sua anima critica.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 4